5 Gennaio 2011
COLDIRETTI MACERATA: STRAGE DI PECORE A PIEVETORINA, I PASTORI CHIEDONO UN FONDO ANTI-LUPI

Venticinque pecore uccise, quindici ferite e altre quaranta scomparse sono il bilancio ancora provvisorio di un nuovo attacco dei lupi avvenuto nella notte tra lunedì e martedì ai danni di un allevamento di Pievetorina. Ad annunciarlo è la Coldiretti Macerata dopo la denuncia di Mirco Angeli, titolare dell'azienda, che negli ultimi dodici mesi si è visto uccidere circa 150 animali e che vede ora a rischio la sua stessa attività. “Collegato all'azienda abbiamo realizzato un caseificio dove trasformiamo il latte in formaggio ma a causa dei ripetuti attacchi mi sono trovato nell'impossibilità di mantenere le quantità produttive perdendo clienti e opportunità commerciali – spiega il giovane imprenditore, che è anche presidente di zona della Coldiretti maceratese -. Se poi consideriamo che sino ad oggi ho ricevuto una minima parte dei risarcimenti, peraltro già inadeguati rispetto all'entità del danno, appare chiaro che continuare a lavorare in questa situazione non è più possibile”. Il ritardo nell'erogazione dei fondi e le difficoltà generali ad accedere al credito impediscono, infatti, di ricostituire il gregge e di far ripartire l'attività. Da qui la richiesta di costituire un fondo di garanzia regionale per i danni causati dai lupi e dagli altri animali selvatici al quale attingere nell'immediato per poter continuare garantire la prosecuzione dell'attività. “Un problema che si fa sempre più grave con un vitello sbranato ieri a Matelica, mentre ai nostri uffici è arrivata la segnalazione di un branco di lupi nelle campagne di Sarnano e altri sarebbero stati visti nella zona di Colmurano – spiega Francesco Fucili, presidente di Coldiretti Macerata -. Attualmente gli allevatori si vedono rimborsare solo lo smaltimento della carcassa mentre non vengono riconosciuti gli animali che i lupi trascinano via, e nessuno parla dei danni indiretti sugli allevamenti, dalla perdita di fertilità agli aborti, alla minor produzione di latte”. “Nelle prossime settimane organizzeremo un incontro per discutere della situazione lupi nelle nostre campagne al quale abbiamo invitato anche la Regione con l'obiettivo di dare il via ad azioni concrete per la protezione delle greggi– annuncia il direttore di Coldiretti Macerata, Assuero Zampini –. Ma occorre anche capire la reale consistenza del problema e valutare se possa avere riflessi anche su altre attività come, ad esempio, quella dei tartuficoltori”.

Covid – 2019

Archivio documenti Coronavirus

Attività Formative

SCARICA IL CATALOGO DELLE ATTIVITA' FORMATIVE

seguici su 👍